Nasce jobby joy: il nostro programma per promuovere il lavoro flessibile positivo

Il lavoro quando ti serve

nasce-jobby-joy-il-nostro-programma-per-migliorare-il-lavoro-flessibile

Si chiama “jobby joy” ed è il primo programma welfare dedicato a migliorare il benessere della nostra Community.

Per combattere i pregiudizi contro la Gig-economy e dimostrarne le infinite possibilità, occorre garantire ai lavoratori flessibili sempre più tutele e vantaggi.
Per questo abbiamo creato jobby joy, il primo programma per fidelizzare gli utenti jobby e accrescerne benessere e tutele.

jobby-joy-aree-di-servizio

Salute e tutele – in partnership con Axieme

Grazie alla collaborazione con Axieme, già nostro partner assicurativo, gli utenti jobby potranno ora usufruire della Card Salute gratis per un intero mese. Si tratta di una carta digitale che permetterà a tutta la Community jobby di:

  • accedere alle cure mediche migliori a prezzi vantaggiosi e risparmiare fino al 70%
  • prenotare una visita in tempi rapidi
  • estendere i vantaggi fino a 5 membri della propria famiglia

Benefit e sconti – in partnership con ColectivosVip

Della collaborazione con ColectivosVip, impresa leader internazionale nella gestione di programmi di fidelizzazione per dipendenti e clienti di grandi aziende, è nata invece una piattaforma di sconti e vantaggi che consentirà agli utenti jobby di risparmiare su un’ampia scelta di prodotti e servizi, dalla mobilità alla cura della persona, secondo necessità e desideri di ciascuno.


Servizi utili – in partnership con TaxMan

Last but not least, la Community jobby potrà anche godere uno sconto di 10€ sull’acquisto dei servizi Light e Premium offerti da TaxMan, app che permette a chi detiene partita IVA di gestire in maniera innovativa le tasse attraverso lo smartphone ed evitare gli appuntamenti estenuanti dal commercialista.

Per attivare lo sconto, basterà inserire il codice Jobby19 in fase di acquisto.


Una novità assoluta per jobby, che punta a creare ulteriori partnership di valore per creare un circolo virtuoso che spinga anche i più scettici a riguardare la cornice della Gig-economy con sguardo meno disilluso, riconoscendone potenzialità e prospettive positive presenti e future.