Ogni tuo desiderio è un job: la nuova campagna jobby che ti invita a chiedere di più

Il lavoro quando ti serve

ogni-tuo-desiderio-è-un-job-tram

Per cambiare il modo in cui le persone lavorano e pensano al lavoro non si può restare fermi. Ecco perché quest’anno abbiamo scelto un mezzo speciale per la nostra campagna offline. E si muove davvero.

Raccontare la varietà di servizi offerti da jobby non è impresa facile.
Lo abbiamo compreso negli anni, attraverso prove ed errori, come in ogni business e soprattutto in ogni startup.

Perché spiegare che esiste un’app dove offerenti privati e aziende possono trovare sempre la persona giusta per svolgere qualsiasi tipo di incarico, e per farlo in modo trasparente, veloce e sicuro, non è cosa da poco!

Quest’anno, per invitare il pubblico ad affidarsi alla nostra piattaforma, abbiamo scelto un messaggio positivo e aspirazionale: “Ogni tuo desiderio è un job” è infatti il claim che campeggia a caratteri cubitali (possiamo davvero dirlo!) su un tram brandizzato che girerà per Milano durante tutto il mese di maggio.

Un invito a non aver paura di esprimere a voce alta quei desideri che costellano la nostra vita quotidiana per trovare qualcuno felice di aiutarci a pulire casa, portare fuori il cane, montare un mobile o, perché no, costruire un arco di palloncini colorati!

La campagna, che girerà sui media digital e outdoor, ha anche il valore aggiunto di essere frutto della sola creatività del team jobby, senza l’aiuto di agenzie esterne. Una sfida che tutti hanno accolto positivamente: chi meglio di coloro che lavorano ogni giorno alla piattaforma, infatti, può essere in grado di raccontarne il valore?

Ma non è tutto: all’ingombrante tram tre casse che non passa certo inosservato, la startup ha deciso di accompagnare una massiccia attività di promozione sul territorio, andando a intercettare il target nelle città di Milano e Bologna, dove la piattaforma è maggiormente attiva.

I soggetti creativi delle promocard, con ironia e disincanto, raccontano una quotidianità fatta di corse contro il tempo, sfide da affrontare, determinazione, frustrazione e tentativi più o meno riusciti di confrontarsi con task diversi e spesso difficili (come intrattenere 20 bambini al compleanno del proprio figlio!).

Non meno importante: tutti i promoter, ovviamente, sono stati scelti e ingaggiati attraverso l’app perché, nelle parole di Andrea Goggi (CEO & Founder jobby), “Il valore di un prodotto/servizio si percepisce anche dal fatto che tra i primi utilizzatori ci sia chi lavora alla sua creazione”.

ogni-tuo-desiderio-è-un-job-promocard
ogni-tuo-desiderio-è-un-job-promoter