Road to jobby: Stefano, Business Developer Manager

Determinato, curioso e ambizioso, GDO e Retail con lui nei paraggi non hanno scampo: oggi conosciamo Stefano, il nostro punto di riferimento per tutto ciò che riguarda lo sviluppo del business.

Quando eri più piccolo, che lavoro sognavi di fare?

Da piccolo immaginavo di diventare un curioso e coraggioso esploratore del continente africano!

Ripercorri velocemente il tuo passato: quali eventi ti hanno portato a ricoprire il ruolo che hai oggi in jobby?

L’evento in sé da cui è partita la mia partecipazione al progetto è stato un pranzo nel quartiere Isola durante l’estate del 2018, con Andrea Goggi il CEO e Founder di jobby nonché vecchio amico e compagno di basket di qualche anno fa. Ciò che mi ha convinto è stata l’intuizione delle potenzialità del progetto jobby che si incrociavano con le competenze acquisite durante il mio percorso professionale e mi ha fatto dire: “Perché no? Forse posso dare il mio contributo!” 🙋‍♂️

In che modo jobby ti ha fatto crescere a livello personale o professionale?

La mia seppur breve esperienza in jobby mi ha dato molta più consapevolezza sul mondo delle start-up, soprattutto per quanto riguarda le principali soft skill necessarie in questo campo:  il pensiero laterale e la velocità di cogliere le nuove opportunità.

Prima o poi nella nostra carriera incontriamo un momento di crisi/stallo: tu come lo affronti?

Devo ammettere che in un primo momento subisco il colpo ma trovo velocemente le motivazioni per reagire e solitamente riparto più carico, non amo la routine.

Quale consiglio ti sentiresti di dare a chiunque?

Consiglierei di sviluppare una visione prospettica, non fermarsi alle apparenze e non demoralizzarsi alle prime difficoltà. In sintesi direi di seguire il proprio istinto e continuare a credere in quello che si sta facendo.

Cosa ti fa dire “oggi sono felice!”?

Le cose semplici, nelle quali abbandonarsi senza pensare troppo. Anche una passeggiata serale in un bel luogo, per esempio 😌

Se dovessi descrivere jobby con 3 qualità, quale sceglieresti?

Resilienza, innovazione, coraggio 🚀