Come ottenere il massimo dal tuo profilo su jobby

come-ottenere-il-massimo-dal-tuo-profilo-su-jobby

Sei iscritto a jobby da qualche tempo ma, anche se le occasioni di lavoro non mancano, hai notato che spesso gli offerenti scelgono altri candidati al posto tuo.

Una possibile ragione? Forse il tuo profilo non è abbastanza efficace.
Oggi, con l’aiuto della nostra HR Specialist, ti spieghiamo tutti i trucchi per renderlo davvero fantastico!

Una buona foto dice più di mille parole

Inutile girarci intorno: la foto profilo è senz’altro l’elemento che colpisce immediatamente gli offerenti, prima ancora della tua descrizione in app.
Ma qual è quella perfetta?

Nitida, in primo piano e col volto ben riconoscibile.
No a foto buie o con indosso caschi, cappelli e occhiali da sole.
E no, assolutamente NO, ai selfie allo specchio della toilette (si selfie chi può!) e alle foto a petto nudo, nemmeno se sei un nuotatore provetto.
È vero che c’ispiriamo al meccanismo di matching di Tinder, ma non siamo un’app di incontri!

una-buona-foto-vale-più-di-mille-parole

Racconta chi sei, ma fallo nel modo giusto.

Nonostante sia un ricordo molto tenero, il fatto che a 6 anni avessi un criceto di nome Crocchetta non aiuterà gli offerenti a scoprire cosa ami fare né quali siano le tue competenze.

La tua descrizione in app, invece, dovrebbe essere il giusto mix tra informazioni personali, esperienze lavorative precedenti, skills e passioni. Se non ti viene in mente nulla, puoi creare la tua descrizione inserendo, una dopo l’altra, le risposte a queste domande:

  • Chi sono?
  • Cosa so fare/cosa mi piace fare?
  • Quali esperienze lavorative ho già avuto?
  • Quando sono disponibile/che mezzo ho a disposizione?

Ricorda poi d’inserire informazioni in linea con i jobs ai quali ti vorresti candidare. Se, ad esempio, vorresti lavorare come pet sitter, menziona la tua passione per gli animali.
Capita spesso che un offerente riceva candidature da profili che non sembrano davvero essere adatti per quel lavoro.
Tu, al suo posto, assegneresti il lavoro a qualcuno che pare essersi candidato alla cieca? Riflettici su.

racconta-chi-sei

Verifica il tuo profilo in app

Hai la foto e la descrizione perfetta, e adesso?
Adesso devi verificare il tuo profilo, rispondendo a un semplice questionario che trovi nella sezione profilo sulla nostra app (attenzione: una volta che lo avrai completato, la voce “Verifica il tuo profilo” scomparirà).

Il questionario di verifica è uno strumento fondamentale, perché ci permette di scoprire informazioni importanti come:

  • la città, i giorni e gli orari in cui preferisci lavorare
  • le patenti e i mezzi di trasporto di cui disponi
  • le lingue che conosci, e i relativi livelli di ciascuna
  • le categorie in cui preferiresti lavorare

Non solo, all’interno del questionario ti chiederemo di caricare un documento d’identità in corso di validità, scegliendo tra carta d’identità, passaporto, patente e permesso di soggiorno.
Niente paura: ci serve solo a verificare che tu possa effettivamente lavorare nel nostro Paese e, lo promettiamo, se la fototessera sarà imbarazzante non lo diremo a nessuno! 🤫

verifica-il-tuo-profilo-in-app

Aggiungi un metodo di pagamento

Se hai seguito tutti i passaggi, ora il tuo profilo è davvero efficace.
Tutto ciò che devi fare, a questo punto, è aggiungere un metodo di pagamento, scegliendo se ricevere i tuoi compensi su conto corrente o account Paypal (se non ne possiedi uno, puoi crearlo qui: https://www.paypal.com/it/home).

Il metodo di pagamento è un dato fondamentale perché, altrimenti, il nostro sistema non sarà in grado di erogare i compensi dei tuoi lavori e, diciamocelo, a nessuno piace lavorare gratis.

Se ti preoccupa la sicurezza del tuo conto corrente, puoi stare tranquillo: per permetterti di ricevere sul conto i compensi dei job, ti chiederemo solo l’IBAN e non i codici della tua carta di credito/debito. A differenza del numero di carta di credito, infatti, l’IBAN non è un dato sensibile ai fini della sicurezza e non può essere usato per effettuare pagamenti. Un bel sollievo, vero?

Cosa cambia tra conto corrente e PayPal?
Se scegli di ricevere i pagamenti sul conto corrente, riceverai un unico bonifico contenente la somma dei tuoi compensi settimanali, al piccolo costo di 1€.
Viceversa, con PayPal potrai ricevere i compensi relativi ai tuoi job non appena l’offerente avrà confermato che il tuo job è concluso. Il servizio, però, applica delle commissioni ogni volta che ricevi del denaro sul conto Paypal. Tienine conto per calcolare l’esatto importo dei tuoi guadagni.


Sei ufficialmente un profilo coi fiocchi! 🚀

Per qualsiasi dubbio inviaci una email a support@jobby.works: risponderemo a tutte le tue domande!